A quarantanove anni di distanza due film che descrivono l’amore vero, sincero e realistico; ad interpretarli due attori straordinari che hanno ricevuto l’anno scorso al Festival del Cinema di Venezia il Leone d’oro per la carriera: Robert Redford e Jane Fonda.


Si tratta dei film A piedi nudi nel parco (1967) e Le nostre anime di notte (2017) dove i due attori, che nella vita reale sono legati da una profonda amicizia, rappresentano l’amore giovanile e in tarda età in un modo allo stesso tempo schietto e profondo, meravigliosamente imperfetto, vero.

Nel primo film Corie e Paul sono una giovanissima coppia appena sposata che dopo una passionale luna di miele si trova ad affrontare le prime difficoltà nel nuovo appartamento di Greenwich Village, tra scale infinite, soffitti bucati, mobili in ritardo, vicini bizzarri. Lei con un carattere frizzante, ottimista, intraprendente, anche un po’ incosciente; lui è serio, composto, ordinato, tranquillo, responsabile. Saranno poi gli eventi a far crescere la coppia, soprattutto Corie, che comprende quanto sia importante prendersi cura dell’altro e che bisogna trovare sempre degli equilibri, soprattutto quando ci sono responsabilità; il tutto all’interno di una commedia spontanea in cui le risate sono garantite.

 

 

Nel secondo film Addie e Louis sono due vicini di casa da sempre, diventati entrambi vedovi di recente. Anche in questo caso è lei quella più schietta, che prende l’iniziativa e si presenta un giorno a casa di Louis per proporgli di incontrarsi ogni sera da lei, chiacchierare e poi addormentarsi insieme, perché da tempo non riesce a prendere sonno da sola. Louis, sempre tranquillo e sulle sue, dopo qualche giorno di riflessione decide di accettare. Dopo una trama del genere chiunque si aspetterebbe una storia d’amore sdolcinata e surreale, invece lo spettatore si trova catapultato attraverso i loro dialoghi e gli eventi che susseguono in un mondo di imperfezioni, di errori, di gioie e di dolori, tutti conditi con una delicata dolcezza e speranza nel presente, in ciò che si può ancora migliorare.

Secondo un’intervista dell’anno scorso in occasione della consegna del premio, i due attori hanno dichiarato che avevano intenzione di recitare insieme come coppia in un ultimo film, che desse giustizia all’amore della terza età, che può essere ancora passionale, vivace e pure più consapevole e quindi Le nostre anime di notte era un’ottima proposta da accettare. Robert e Jane hanno recitato insieme in quattro film, ma l’ultimo cita senza dubbio A piedi nudi nel parco, non solo per i caratteri simili dei personaggi, ma anche per la scena in cui arrivano alla reception dell’albergo, in cui lei prende a braccetto lui e in uno sguardo di intesa omaggiano la loro carriera e la loro amicizia.

 

Marianna Alfieri

Comments

comments

Share: